Desideri pubblicare comunicati stampa? REGISTRATI GRATUITAMENTE!





amministratore di condominio
amministratore di condominio

I vantaggi di scegliere un buon amministratore di condominio a torino

Chi è l'amministratore di condominio?

L'amministratore di condominio è una figura prevista per legge all'interno di un palazzo, e si occupa appunto della gestione e dell'amministrazione dello stesso. L'incarico ha carattere elettivo e ha la durata di un anno al termine del quale il mandato può essere rinnovato per lo stesso periodo di tempo.
Per scegliere l'amministratore, e affinché la sua elezione sia valida, è necessario indire una riunione alla quale sia presente la maggioranza dei condomini. L'amministratore tuttavia può essere scelto anche per votazione degli abitanti del palazzo che possiedano almeno metà del valore patrimoniale dell'immobile. Al momento della sua elezione l'ammimistratore deve obbligatoriamente far presente il compenso che desidera ottenere, il quale viene sottoposto all'approvazione dei condomini.

Ma chi può diventare amministratore condominiale? Tra chi può essere scelta questa figura? Esistono a questo riguardo tre possibilità. L'amministratore condominiale può infatti essere scelto fra gli abitanti del palazzo, oppure è possibile rivolgersi a un privato che svolge questo mestiere a livello professionale, o ancora è possibile rivolgersi a un'azienda esterna. Le caratteristiche che deve rispettare il soggetto per poter svolgere tale funzione sono:

1) non aver mai riportato condanne penali
2) non essere mai stato protestato
3) aver conseguito un attestato come amministratore e tenersi costantemente aggiornato

Molto spesso è difficile trovare un amministratore in grado di svolgere tale ruolo in maniera ottimale all'interno del condominio stesso.
Per questa ragione si tende sempre di più a far ricorso a figure professionali esterne e super partes, che sono anche maggiormente in grado di risolvere in maniera obiettiva le questioni tra condomini.

Amministratori di condominio a Torino

L'importanza do affidarsi a un buon amministratore di condominio è dunque un dato oggettivo. Se poi state cercando un amministratore condominio Torino siete anche molto fortunati: in questa città, infatti, si trovano numerose aziende specializzate in questo settore.
Affidarsi a un supervisore esterno anche se può significare sostenere costi maggiori può essere davvero un'ottima idea. In tal modo si può avere l'assoluta certezza di mettere un compito delicato, come quello dell'amministrazione del condominio, in mani esperte. Allo stesso tempo ci si mette anche al sicuro da eventuali rivalità o inimicizie che potrebbero nascere tra i condomini. Insomma vale la pena pagare un po' di più per mettersi al sicuro da eventuali disagi.

Compiti dell'amministratore di condominio

Finora si è parlato dell'importanza di scegliere il giusto amministratore di condominio, ma non si è ancora toccata la tematica relativa ai suoi compiti. Allora: di cosa si occupa esattamente un amministratore di condominio? Uno dei primi compiti di questa figura è quello di aprire un contocorrente intestato al condominio. Tale conto è necessario ai fini dell'erogazione ai condomini o ad altri soggetti di somme di denaro per conto dell'intero condominio. Ciascun abitante del palazzo ha il diritto di accesso, in qualsiasi momento, alla visione di tale conto corrente.
Sulla base degli accordi presi il condominio può imporre all'amministratore di munirsi di una polizza assicurativa e di munirsi di un canale sul web, attraverso il quale gli inquilini del palazzo potranno controllare la documentazione relativa alla gestione del condominio. L'amministratore ha il compito di riscuotere le somme di denaro dovute da parte di condomini morosi e presentare, se necessario, ricorso in tribunale.
Nel caso in cui, infine, si verifichino liti di qualsiasi genere tra due o più condomini l'amministratore è tenuto ad intervenire in qualità di mediatore e conciliatore. Solamente nel caso in cui il suo intervento non funzioni si potranno adire vie di tipo legale.