Desideri pubblicare comunicati stampa? REGISTRATI GRATUITAMENTE!





Google My Business
Google My Business

Google My Business: di cosa parliamo?

Per i brand che desiderano gestire la propria presenza sul web in modo efficace e concreto, il ricorso a Google My Business potrebbe favorire il conseguimento di risultati importanti. Si tratta di uno strumento che coniuga le funzionalità delle Pagine Google+ Business e Local con quelle di Google Places: ne deriva un unico prodotto caratterizzato da dashboard unificate, che permette di recuperare le informazioni aziendali in modo semplice e di modificarle a seconda delle necessità, ma anche di interagire con le persone. Insomma, una volta c'erano Google Places for Business, Pagine Google+ Local e Pagine Google+ Business: oggi c'è una sola realtà, Google My Business, che raggruppa tutte le loro caratteristiche.

Più ordine nell'ecosistema di Google

Chi è alla ricerca di approfondimenti su Google My Business non può non notare che la sua introduzione ha portato più ordine nell'ecosistema di Google relativo al settore business. Il cambiamento è stato sia di carattere estetico che di natura pratica: soprattutto gli internauti meno esperti ora possono beneficiare di una maggiore semplicità di comprensione. Ma quali sono i principi su cui si fonda Google My Business? Occorre partire dal presupposto che tutte le attività commerciali devono fare riferimento a una clientela: è proprio la clientela che assicura la crescita di un'azienda. Non si tratta di semplici acquirenti che comprano un prodotto e spariscono: spesso si tratta di sostenitori del brand, che magari con il loro passaparola contribuiscono al successo e alla promozione di una certa attività.

Lo scopo più rilevante di Google My Business, pertanto, è quello di garantire una buona visibilità alle attività commerciali che vi fanno riferimento: si parla di visibilità online, ovviamente, che è indispensabile in una realtà come quella della navigazione in mobilità e dei social network che è costellata di interazioni. Le attività, in questo modo, vengono supportate nella ricerca del successo, in modo tale che possano creare un'identità online e tenerla sempre sotto controllo. Infine, l'ultimo vantaggio che viene messo a disposizione è rappresentato dalla disponibilità di un punto di accesso a +Post Ads, ad Adwords Express o ad altri prodotti commerciali di Google.

I cambiamenti

Il cambio di passo principale che deriva dall'introduzione di Google My Business riguarda la possibilità di gestire una sola identità. Ciò vuol dire, per esempio, che i contenuti relativi alla Pagina verificata sono impiegati su Google+, su Maps e sul motore di ricerca. Chi tenta di accedere a Google Places for Business, per esempio, viene reindirizzato in modo automatico a Google My Business: la gestione avviene attraverso l'account di Google Plus dell'attività.

Tante sono le opzioni disponibili: non solo le comunicazioni e le condivisioni con i propri follower, ma anche la gestione di qualsiasi informazione con il tramite di una dashboard sola. E non è finita qui, perché grazie alle statistiche è possibile tenere sotto controllo le performance del brand. Se a ciò si aggiunge che Google My Business può essere utilizzato gratuitamente, non è difficile intuire i numerosi pregi di questo servizio.