Desideri pubblicare comunicati stampa? REGISTRATI GRATUITAMENTE!





potare le piante
potare le piante

Imparare a potare le piante

L’autunno è già iniziato e la potatura degli arbusti spoglianti e sempreverdi rientra nei lavori che bisogna fare in giardino prima dell’arrivo del gelo. L’autunno è il periodo consigliato per la potatura dal vivaio a Roma, perché la linfa sta migrando dalle parti più esterne verso le radici per il riposo vegetativo, quindi l’asportazione di un ramo, in questa stagione non riduce la forza della pianta in quel punto, poiché la sua energia è immagazzinata nelle radici. Alcuni arbusti tendono ad essere indisciplinati e crescono più scomposti di altre e presentano un aspetto asimmetrico con rametti esili e deboli su un lato e rami forti sull’altro.

 

Per ridare loro una forma equilibrata, basta attenersi a qualche regola molto semplice dettata dal vivaio a Roma: i rami forti vanno potati leggermente per avere una crescita moderata; quelli deboli vanno tagliati abbondantemente per stimolare getti vigorosi, che aiuteranno a equilibrare la forma; tagliando tutti i rami alla stessa altezza si può rischiare di accentuare successivamente l’asimmetria. Il taglio di un ramo va effettuato 6 o 7 millimetri sopra una gemma che guarda nella direzione verso la quale si vuole indirizzare il nuovo getto. La distanza corretta è importante: troppo vicino si danneggia la gemma, troppo lontano il moncone potrebbe seccare. L’obliquità del taglio deve essere a 45 gradi e con l’inclinazione diretta verso il terreno dalla parte opposta della gemma per impedire lo sgrondo dell’acqua e dell’umidità addosso alla gemma stessa. Per la potatura di piante e arbusti vanno bene forbici, troncarami, segacci, ma anche svettatoi, lance e aste da taglio.

 

Per il taglio di rami dal diametro piccolo, l’attrezzo giusto è un paio di forbici da pota a lama battente, perché evitano sfilacciamenti di corteccia e danni ai vasi legnosi. Il vivaio a Roma, per faticare di meno, consiglia di aver cura che il ramo da asportare venga preso in modo che appoggi contro la base delle forbici e non verso l’estremità delle lame. Un sistema sicuro da applicare con qualsiasi strumento da pota, forbici, cesoie e anche per i troncarami. Se i rami sono troppo grossi, asportare i rami dal diametro più consistente con seghe e segacci che possono essere scelti tra quelli dritti,  ricurvi, con filo semplice o doppio filo, tenendo presente il tipo di potatura necessaria e la posizione dei rami. I tagli effettuati con questi strumenti poi, talvolta non risultano perfettamente lisci, in questo caso rifinire con una roncola o con un coltellino affilato.