Desideri pubblicare comunicati stampa? REGISTRATI GRATUITAMENTE!





Social eating
Social eating

Social eating, un vero business

Social eating, un termine non più sconosciuto, ma che di giorno in giorno viene maggiormente usato. Come vediamo diffondersi velocemente la conoscenza di questo vocabolo, così ne sta aumentando il business. Si calcola infatti che il business del social eating coinvolga oltre 300000 persone solo in Italia, per un giro d’affari di ben 7,2 milioni di euro. Nel 2014 è stato calcolato che si sono tenuti 37000 cene ed eventi di home restaurant. Dai più recenti dati di Confesercenti risulta che il 53,8% dei cuochi italiani abbia almeno un canale social, dove intrattiene e incuriosisce gli utenti, immedesimandosi in vero blogger e aumentando allo stesso tempo la sua brand identity.

Da questo nuovo approccio al food e forse dall’esigenza di risparmiare, spopola il Social Eating. Il meccanismo è facile ed immediato, basta registrarsi come ospiti, o anche come cuochi se ci sente all’altezza, non è necessario essere professionisti, ed ecco che nascono cene e networking inaspettati. Dalla cena social con ospiti a sorpresa è nato il vero e proprio business dell’home restaurant, che genera reali e spesso proficui incassi. In genere l’incasso medio per una cena social eating, in regioni come la Lombardia o il Lazio, è superiore ai 200€, per un profitto annuo di oltre 1000€.

Tra le regioni italiane in cui impazza il fenomeno la Lombardia conferma record di incassi, superando l’1,9 milioni di fatturato. Tra le città più coinvolte del sud Italia troviamo invece Bari, grazie alla ricca cucina tradizionale e alle svariate proposte enologhe. Ed è proprio di origine pugliese uno dei fondatori della nota Gnammo, precursore delle ormai diffusissime piattaforme social eating. Sono infatti molti altri i portali di successo dedicati all’organizzazione di home restaurant, come Mà Hidden Kitchen Supper Club, leader lombardo, ed il romano Ceneromane. E voi avete mai partecipato o organizzato ad una social eating? Lasciatevi trasportare da questa tendenza collettiva, e magari approfittatene per creare anche voi un guadagno extra.