Desideri pubblicare comunicati stampa? REGISTRATI GRATUITAMENTE!





detrazioni ristrutturazione
detrazioni ristrutturazione

Dichiarazione dei redditi 2017: detrazioni ristrutturazione

Risale al mese scorso l'ultimo aggiornamento, pubblicato dall'Agenzia delle Entrate, riguardanti le agevolazioni fiscali ristrutturazione. Tra le novità introdotte dall'ultimo aggiornamento – come ci spiega un tecnico di Geometra Roma – vi sono le detrazioni legate agli interventi antisismici. Tra queste, la principale è sicuramente la proroga fino al 31 dicembre 2021 delle detrazioni legate agli interventi edilizi effettuati per adeguare gli edifici alle misure antisismiche. Inoltre rispetto agli anni precedenti, le spese detraibili legate agli interventi antisismici riguardano tutti gli edifici al di là della zona di rischio sismico nel quale si trovano.

Dunque potranno essere detratte le spese riguardanti gli interventi effettuati su edifici che si trovano in zone ad alto rischio sismico ma anche quelli effettuati su edifici situati in zone a basso rischio sismico (e questa è la novità introdotta).

Le altre novità introdotte dall'ultimo aggiornamento riguardano invece:

  • proroga del bonus mobili e bonus elettrodomestici
  • proroga detrazione Irpef per interventi di recupero edilizio
  • beneficiari detrazioni
  • pagamenti tramite bonifici

Detrazione ristrutturazione 2017

A seguito dell'ultima Legge di Bilancio, ossia la legge n. 232 dell'11 dicembre 2016, si può usufruire fino a tutto il 2017 della detrazione IRPEF del 50% con un limite di spesa massimo di 96,000 euro per ogni unità immobiliare, mentre dal 2018 la detrazione tornerà nuovamente ad essere del 36% con un tetto di spesa massimo per unità immobiliare di 48,000 euro.

Per quanto riguarda invece il bonus mobili, è prevista la detrazione del 50% per l'acquisto di mobili. Stesso vale anche per gli elettrodomestici con classe energetica A+. Sarà possibile detrarre le spese sostenute nel periodo dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2017, purché siano documentate.

Novità interessante anche quella relativa al cosiddetto Bonus condizionatori 2017. Sarà possibile portare in detrazione (ripartita in dieci quote annuali) la spesa sostenuta per l'installazione di condizionatori z pompa di calore o climatizzatori anche senza ristrutturazione.

Detrazioni 2017 condomini

Gli interventi di ristrutturazione che interessano parte comuni di edifici condominiali prevedono una percentuale di detrazione delle spese maggiore.