Desideri pubblicare comunicati stampa? REGISTRATI GRATUITAMENTE!





tour catalano
tour catalano

Un tour catalano tra storia e divertimento

Salite in sella e godetevi un tour su due ruote gioendo del centro cittadino, di una delle più belle città spagnole, grazie al noleggio scooter a Barcellona. La città catalana non è da vivere solo di sera come pensano alcuni, anzi, il sabato sera quasi tutti i locali chiudono presto e la domenica il centro è semideserto. La mondanità è concentrata in poche zone della città, specialmente nel Barrio Gotico. Ci sono molte cose da vedere e fare a Barcellona.
Prima fra tutte la Rambla che è il lungo viale che da Plaza de Catalunya porta sino ai piedi della statua di Colombo che si trova a pochi metri dal mare. Qui si accalcano a tutte le ore del giorno turisti e barcellonesi e artisti di strada in cerca di fama e  fortuna. Non ci si deve dimenticare di bere un sorso d'acqua alla Fontana di Canaletes, è una credenza locale confidare che quest’azione assicuri un ritorno a Barcellona.
Non potete perdervi l’immensa emozione che provoca la vista della Sagrada Familia, cattedrale ancora incompiuta di Gaudì, massimo esponente del modernismo catalano. Sulle facciate della chiesa  si racconta la storia di Gesù, dalla nascita fino alla morte; una sorta di racconto biblico in pietra.
Poi c’è la Cattedrale di Barcellona che è dedicata a Santa Eulalia e alla Santa Croce. La cripta dedicata alla santa contiene i suoi resti e un sarcofago che riconduce alla fondazione di Barcellona da parte di Ercole. C’è poi un chiostro al cui interno ci sono tredici oche bianche la cui origine è incerta. Secondo la leggenda esse rappresentano i tredici anni di Eulalia, morta martire, sacrificata proprio dove oggi sorge la cattedrale. Quest’ultima è inoltre dedicata alla Santa Croce , il crocifisso del 400 che sovrasta l’altare e che secondo la tradizione fu usato come stendardo e issato sulla nave di Giovanni D’Austria. Questo accadde durante la battaglia di Lepato contro i Turchi. Durante questa battaglia, da quanto si racconta, il Cristo in croce, si è mosso per scansare una palla di cannone e ciò spiegherebbe la posizione strana del capo del Cristo.