Desideri pubblicare comunicati stampa? REGISTRATI GRATUITAMENTE!





Psicologa Piacenza
Psicologa Piacenza

Psicologa Piacenza: perché gli stimoli esterni ci aiutano a stare meglio

Quali sono le problematiche di fronte a cui si trova più di frequente una psicologa a Piacenza? Da una ricerca condotta da "Il Sole 24 Ore", dedicata alla 'Qualità della vita nelle province italiane', Piacenza risulta penultima in classifica per "felicità". Piacenza è sempre risultata una città piacevole e in cui si vive bene, dove l'integrazione sociale, la situazione delle famiglie, l'inserimento di cittadini stranieri e la presenza di giovani universitari sono sempre stati fattori all’occhiello. Come può quindi risultare penultima nella classifica della felicità? Alla semplice domanda "Lei personalmente è felice?" i piacentini hanno risposto di no. Quindi non c’è buon cibo, aria pulita e poca criminalità che tenga… Sono altri i fattori che influiscono sulla felicità.

I soldi fanno la felicità?

Sono in tanti a sostenere che la felicità sia data da fattori esterni come avere un lavoro, un buono stato di salute, una famiglia accogliente e un amore. Un importante dato proviene dalle ricerche effettuate dal Tulip Financial Research, sulle abitudini di spesa dei milionari, circa il 97% dei milionari intervistati ha dichiarato di essere felice. Questa felicità nasce dalla libertà finanziaria che consente loro di essere padroni del proprio destino e fare ciò che hanno sempre desiderato. Essere ricchi comporta meno preoccupazioni e quindi dedicarsi agli hobby, agli amici, alla famiglia e a qualsiasi interesse personale.

Nessuno mette in dubbio che la situazione economica abbia la sua importanza perché essere poveri porta a vivere situazioni di incertezza che causano ansia e momenti drammatici in cui le persone possono fare anche gesti folli e farsi prendere dallo sconforto di non riuscire a vivere in modo dignitoso. E’ anche vero però che, come dice un vecchio detto, “i soldi non fanno la felicità”. Infatti da numerosi ricerche made in USA sembrerebbe che i soldi fanno la felicità solo nelle fasce della popolazione più basse (che in questo modo possono garantirsi una vita migliore), ma non in quelle già benestanti in cui i soldi non aggiungono nulla di più alla vita quotidiana, se non in modo futile e transitorio.

Come essere felici: il parere della psicologa a Piacenza

Come fare quindi ad aumentare il proprio livello di felicità? Ce lo spiega la dott.ssa Elena Carbone psicologa e psicoterapeuta a Piacenza e Milano.

Il primo aspetto importante per la ricerca della felicità non è trovare l’amore, come si potrebbe pensare, ma trovare delle persone con cui stare bene. Puntare sulle amicizie, creare legami profondi e duraturi e proporre loro attività da svolgere insieme. Infatti si può stare benissimo anche senza l’altra metà della mela se si diventa persone proattive e ci si circonda di amici fidati. Tenersi occupati vuol dire anche imparare a non sprecare il tempo con pensieri negativi. Più siamo occupati, più impariamo a non dare spazio alle preoccupazioni e a non farci sovrastare da queste. Al contrario dovremmo imparare a creare un circolo virtuoso di pensieri positivi che sono gli unici che possono motivarci a raggiungere quello che vogliamo. E arriviamo quindi ai desideri. Per essere felici è necessario desiderare, avere degli obiettivi, ma anche definirli in modo realistico. Essere consapevoli dei propri limiti e accettarsi e accettare la realtà fa parte di una vita soddisfacente, desiderare invece continuamente qualcosa di migliore e non accontentarsi mai porta all’infelicità.