Desideri pubblicare comunicati stampa? REGISTRATI GRATUITAMENTE!





prezzi finestre
prezzi finestre

Quali sono i prezzi delle finestre in Italia?

Al giorno d'oggi si parla con frequenza sempre maggiore di sostenibilità e di risparmio energetico; questi due concetti, importanti più che mai, non sono affatto astratti e lontani da noi, ma entrano in gioco anche nella nostra vita di tutti i giorni, andando a toccare, ad esempio, anche il campo delle abitazioni. Da un pò di tempo a questa parte, infatti, anche le case vengono classificate per classe energetica; questa classificazione, nello specifico, consente di distinguere i vari edifici sulla base dei consumi annui di combustibile per ogni metro quadrato di superficie riscaldata, e, conseguentemente, delle prestazioni energetiche. Un'abitazione appartenente alla classe energetica A sarà, dunque, energeticamente più virtuosa rispetto ad una appartenente alla classe successiva.

Per fare in modo che una casa possa rientrare all'interno di una classe energetica alta occorre apportare ad essa alcune sostanziali modifiche nell'ambito dell'eco-design. Come accennato prima, la classe energetica viene attribuita ad un edificio sulla base dei consumi annui di combustibile utilizzati per il riscaldamento dell'ambiente interno; per migliorare la classe energetica di appartenenza, quindi, bisognerà agire su questo e cercare delle soluzioni più efficienti che consentano di mantenere la casa calda e confortevole, riducendo, tuttavia, il consumo di combustibile. Il primo passo verso questa direzione riguarda la sostituzione dei vecchi serramenti, considerati la fonte principale di dispersione del calore all'interno dell'edificio. Se in casa si hanno finestre vecchie, infatti, è molto probabile che queste non isolino in maniera ottimale l'ambiente, e che, quindi, non proteggano quest'ultimo da eventuali spifferi.

Anche gli infissi, ad onor del vero, dovranno essere certificati e per essi la normativa prevede specifici valori massimi di trasmittanza termica a seconda delle zone climatiche in cui la casa è situata. Occorrerà, di conseguenza, optare per finestre che rispettino questi valori ed adeguarsi alla recente normativa in materia. La trasmittanza termica, che, in parole povere, consiste nella capacità di limitare la dispersione di calore verso l'esterno, dipende principalmente da due elementi: il vetro e la struttura e il materiale del telaio. Per quanto riguarda quest'ultimo aspetto la scelta del materiale da utilizzare per i propri serramenti risulta, quindi, essere estremamente importante; tra tutti quelli disponibili in commercio, gli infissi in legno sono, in assoluto, quelli che assicurano il migliore isolamento termico. La scelta di serramenti in legno, quindi, risulterà estremamente vantaggiosa, considerando sia l'aspetto dei consumi, sia l'estetica. Una finestra in legno, infatti, contribuisce a creare nell'abitazione un'atmosfera più calda ed accogliente, oltre ad essere un vero e proprio elemento di arredo.

L'unico aspetto negativo che contraddistingue gli infissi realizzati in questo materiale consiste nel loro costo, notoriamente più alto rispetto a quelli in alluminio o in pvc, e nella necessità di una regolare manutenzione nel tempo. Tuttavia è ovvio che la qualità ha il suo prezzo e, i prodotti in legno , presentano prezzi delle finestre più elevati, dall'altro questo costo aggiuntivo viene ripagato nel tempo grazie al risparmio energetico che ne consegue. I prezzi delle finestre in legno, inoltre, variano a seconda delle misure, dell'essenza legnosa utilizzata e di eventuali altre caratteristiche aggiuntive relative al telaio. Orientativamente, da una media effettuata sul territorio nazionale, basata sulla richiesta reale di alcuni preventivi, è risultato che il prezzo medio per gli infissi in legno in Italia è di circa 1300,00 euro, valore, questo, da considerarsi puramente indicativo.