Desideri pubblicare comunicati stampa? REGISTRATI GRATUITAMENTE!





scegliere la cucina
scegliere la cucina

Come scegliere la cucina giusta

Se si cambia casa e si ha bisogno di una cucina nuova oppure quella che si ha è ormai vecchia e da cambiare, ecco qualche suggerimento per scegliere la cucina giusta, visto che non è sempre facile e trovare la soluzione ideale passa attraverso innumerevoli ripensamenti e progetti vari. Bisogna innanzitutto pensare alla cucina partendo da zero, ovvero dal pavimento, che deve essere facile da pulire, che non tema le macchie, l’acqua ed i graffi; poi le piastrelle devono anche essere belle, per colore e consistenza ed il cotto risulta quasi sempre essere un’ottima soluzione per gli ambienti della cucina. Dietro al piano cottura e alla zona lavaggio, si possono scegliere delle piastrelle, che sono facili da pulire ed esteticamente gradevoli, oppure dei pannelli di laminato, molto funzionali e colorati.

 

Se la zona di lavoro invece si trova al centro, le pareti possono invece rimanere anche senza piastrelle. Per quanto riguarda i colori, in cucina si può anche osare: visto che è un ambiente che deve essere luminoso ed energico, ma anche accogliente, si possono scegliere dei colori carichi e vistosi, come il giallo ed il rosso. La cucina è composta da tanti elementi e combinarli non è proprio semplice. Il piano cottura, gli elettrodomestici, il piano di lavoro, la zona lavaggio e le varie dispense, per cibo e stoviglie. Anche i particolari però hanno la loro importanza ed i materiali devono essere resistenti e facili da pulire. Occorre pensare alla visione d’insieme della cucina che si desidera, anche in funzione delle dimensioni e della forma dello spazio a disposizione: ma quale composizione prediligere? Lineare su di un lato, lineare su due lati, ad angolo, oppure con isola e penisola?

 

E poi: gli elettrodomestici, meglio sceglierli incassati o liberi? Quando ci si è fatti un’idea dell’aspetto generale, bisogna prendere poi le misure: lunghezza e altezza delle pareti, posizione e misure di finestre e porte, posizione di attacchi d’acqua, elettrici e del gas. Occorre segnare tutto su un notes, cominciare a visitare i negozi d’arredamento ed ascoltare le varie proposte, prendere opuscoli, farsi tracciare progetti. I piani di lavoro, gli elettrodomestici e gli accessori vanno scelti con cura, perchè saranno quelli a rendere la vita facile e pratica nella cucina. I prezzi vanno confrontati facendosi fare vari preventivi e usando anche internet. Alla fine si devono scegliere rifiniture e colori: materiali, sfumature e stile, che può essere contemporaneo, minimale, classico o country da adattare a pavimento, pareti e anche ai propri gusti personali.